Il browser è datato

Si prega di aggiornare il browser

Aggiornare il browser
Ulteriori informazioni su Dal mare alla tavola

La pesca nei mari del nord

Ora:

La base della nostra attività è il pesce proveniente dall'Atlantico del Nord e dal Mar Glaciale Artico. I nostri stabilimenti ricevono tutti i giorni il pescato dei nostri pescherecci e dei pescatori locali.

L'attività di Royal Greenland è strettamente legata alla pesca nei mari del Nord: oltre a pescare con le proprie imbarcazioni il gruppo si avvale della collaborazione di una vasta rete di pescatori indipendenti.

Pesca costiera

Royal Greenland gestisce oltre 40 impianti locali per lo sbarco situati nella Groenlandia occidentale, nel Quebec e a Terranova, dove la distanza tra aree di pesca e strutture è breve. I pescatori possono consegnare il proprio pescato fresco direttamente allo stabilimento dove la materia prima diventa di responsabilità di Royal Greenland.

Pesca costiera locale

In Groenlandia i gommoni vengono utilizzati sia come mezzo di trasporto privato sia come imbarcazioni da pesca.

I metodi utilizzati per la pesca costiera sono l'amo, la rete da imbrocco, le trappole e le reti a postazione fissa, tutti caratterizzati da un impatto ridotto sull'ambiente circostante e bassi consumi di carburante.

Lenza e amo
Halibut della Groenlandia, merluzzo, scorfano, pesce gatto
Rete da posta
Lompo, halibut della Groenlandia, scorfano, pesce gatto, merluzzo
Trappola
Grancevola artica
Rete a camere
Merluzzo

Pesca d'altura

La pesca in mare aperto è praticata da navi officina d'altura. Il pesce e i crostacei freschi sono trainati a bordo di queste imbarcazioni, dove vengono quindi smistati, trasformati e surgelati nel giro di poche ore, mantenendo caratteristiche eccellenti di qualità e freschezza.

 

Sciabica danese
Platessa

   

Rete a strascico
Gambero, halibut della Groenlandia, platessa
Rete da traino pelagica
Merluzzo, merluzzo nero, eglefino, sgombro

I pescherecci pescano con qualsiasi tipo di condizione atmosferica e il loro programma annuale è continuamente soggetto a modifiche, ad esempio nel caso in cui il ghiaccio marino invernale si formi prima del previsto o in caso di tempesta in arrivo. Ma non contano solo le condizioni climatiche: le rotte dei pescherecci sono stabilite anche in base alle quote di pesca e all'abbondanza di pesce. Grazie alla nostra esperienza pluriennale, sappiamo quando e dove pescare il pesce della miglior qualità nella giusta stagione.

La vita a bordo di una nave officina

Per raggiungere le aree di pesca distanti dalla terraferma, ogni uscita in mare dura diverse settimane e le imbarcazioni d'altura rientrano solo quando sono a pieno carico. Una volta in mare, la pesca non si ferma mai grazie a due turni alternati di due equipaggi completi. Un turno dura solitamente 8 ore.

Un equipaggio completo è formato da circa 25 persone ed è composto da:

  • Capitano: Gestore della nave, che si occupa della pianificazione della rotta e dell'attività di pesca, nonché dell'utilizzo della rete a strascico
  • Comandante in seconda: Supporto al capitano, governo della nave, navigazione
  • Primo ufficiale di macchina: Responsabile del funzionamento e della manutenzione dei motori e di tutte le parti elettroniche
  • 2-3 operatori: Funzionamento e manutenzione
  • 8-10 pescatori sul ponte: Pesca con rete a strascico dal ponte
  • Responsabile d'officina: Supervisione e pianificazione della produzione
  • 10-14 operai all'interno dell'impianto: Fasi operative della produzione
  • Chef: Ristorazione e lavoro pratico

Le attività di pesca sono pianificate per i due anni successivi, pertanto all'equipaggio il programma viene comunicato con grande anticipo. Solitamente ogni uscita in mare dura circa otto settimane, seguite da altrettante settimane di congedo.

Vedi anche

Ulteriori informazioni su Trasformazione
...