Il browser è datato

Si prega di aggiornare il browser

Aggiornare il browser
Mostra archivio notizie News & Seafood Insights

Incremento della pesca e della fornitura di materie prime dalla Groenlandia

10.05.2017

Con un giro d'affari totale di oltre 160.000 tonnellate di materie prime, il 2015/2016 è stato un anno molto impegnativo e proficuo per Royal Greenland. Tra i maggiori operatori ittici dell'Atlantico del Nord, Royal Greenland effettua la propria attività di pesca e si rifornisce di materie prime in una vasta area del mondo, che va dal Canada dell’ovest alla Norvegia dell’est, con la Groenlandia al centro della propria attività.

Image

Groenlandia
Durante l’anno fiscale 2015/16 l'attività di pesca del gruppo e gli acquisti di materia prima in Groenlandia sono aumentati notevolmente, il che ha accresciuto la capacità produttiva e di conversione degli impianti lungo la costa occidentale groenlandese. Con 39 stabilimenti di varie dimensioni, che l’anno scorso erano tutti operativi tranne due, Royal Greenland vanta una presenza massiccia in Groenlandia.

Attività di pesca in proprio, Groenlandia
L'attività di pesca di Royal Greenland ha raggiunto le 55.000 tonnellate nel periodo 2015/16*. Misurato su una base di 12 mesi, si è trattato di un incremento del 9% rispetto all'anno precedente, parzialmente dovuto alle condizioni favorevoli all'attività di pesca dei gamberetti.

In conformità con le raccomandazione dei biologi, la quota dei gamberi boreali è stata aumentata fino a 85.000 tonnellate nel 2016 e verrà ulteriormente aumentata fino a 90.000 tonnellate nel 2017. Lo stock di gamberi della Groenlandia va quindi crescendo e si prevede che, nei prossimi anni, il TAC (totale ammissibile di catture) resterà ai livelli del 2017. Oltre alle attività di pesca  lungo la costa occidentale, Royal Greenland ha partecipato ad attività di pesca sperimentale dei gamberetti nella parte settentrionale della Groenlandia occidentale. La pesca sperimentale è stata molto soddisfacente e speriamo di ripeterla nel 2017, in quanto rappresenta un'esperienza molto preziosa sia per le imprese che vi partecipano che per le comunità locali. L'azienda sta inoltre considerando opportunità di pesca alternative che la Groenlandia offre già, o che potrebbe offrire grazie ad accordi bilaterali. Nel quadro di questo impegno, come negli anni precedenti, Royal Greenland si è dedicata alla pesca dei gamberi al largo delle isole Svalbard – un'attività che ha recentemente ottenuto la certificazione MSC.

La pesca dell'halibut della Groenlandia, sia d'altura che costiera, è rimasta stabile. Si prevede che la pesca d'altura riceverà la certificazione MSC nel corso del 2017. Tuttavia, per il futuro è prevista anche una maggiore competizione per l'accesso alle materie prime, poiché sono molte le aziende che si contendono le stesse risorse naturali.

Con i propri pescherecci, Royal Greenland pratica anche la pesca d'altura di merluzzo, scorfano e specie pelagiche varie, sia sulla costa occidentale che orientale della Groenlandia.

Acquisti locali Groenlandia
A livello locale, più di 1.800 pescatori groenlandesi indipendenti consegnano il loro pescato agli stabilimenti produttivi Royal Greenland in Groenlandia occidentale. Con le nostre 39 unità produttive, siamo rappresentati su tutta la vasta linea costiera che si estende per oltre 2.500 km da Qaanaaq a nord fino ad Aappilattoq a sud. Dai un'occhiata alle nostre unità produttive qui.

Image

Acquisto di prodotti ittici in Groenlandia

Durante l'anno, sono state acquistate in totale 84.000 tonnellate di pesce e crostacei per gli stabilimenti groenlandesi di Royal Greenland* - il che, su una base comparativa di 12 mesi, rappresenta un aumento del 25%. L'aumento riguarda i gamberetti, l'halibut della Groenlandia e il merluzzo, ed è dovuto all'aumento delle quote. Gli sbarchi costieri di merluzzo sono stati particolarmente abbondanti e sono triplicati nel corso degli ultimi tre anni. Ciò ha determinato un notevole aumento dell'attività degli impianti Royal Greenland in Groenlandia occidentale, a causa della maggior quantità di merluzzo da trasformare. L'azienda ha aumentato costantemente la sua capacità produttiva di merluzzo sfilettato, tanto da impegnare cinque diversi stabilimenti sulla costa occidentale. Abbiamo anche investito per aumentare ulteriormente la produzione dell'impianto di Nutaaq, portandola a 75 tonnellate al giorno. Ulteriori informazioni sull'impianto di Nutaaq qui. Inoltre, avendo a disposizione una maggiore quantità di merluzzo, abbiamo potuto produrre merluzzo light salted per il mercato dell'Europa meridionale , oltre a grandi quantità di pesce intero fresco senza testa di alta qualità per i clienti industriali danesi.

Le uova di lompo e la grancevola artica rappresentano una voce meno rilevante degli acquisti locali groenlandesi, ma entrambe le specie sono importanti per la comunità locale. Specialmente le uova di lompo che, nonostante la stagione di pesca in primavera sia molto breve, costituiscono un’importante fonte di reddito per i pescatori (che utilizzano i gommoni per la loro attività) dei piccoli paesi, dove solo poche specie possono essere portate a terra  a causa della scarsità degli stabilimenti di lavorazione.

Acquisti locali Canada
Due anni fa, Royal Greenland ha rafforzato la sua posizione di Campione dell'Atlantico del Nord investendo nella Quin-Sea fisheries di Terranova. L'esercizio finanziario 2015/2016 ha visto l'integrazione delle due attività, che è avvenuta in modo facile e soddisfacente. La Quin-Sea Fisheries ha cinque stabilimenti che, insieme all'impianto Royal Greenland di Matane, Quebec, rappresentano la base operativa canadese del Gruppo. Le strutture canadesi acquistano le materie prime dai pescatori indipendenti del luogo e si occupano principalmente della trasformazione dei gamberi boreali, della grancevola artica e di pesci.

In Canada, la quota dei gamberi è stata ridotta di circa il 30% nel 2016 e ha recentemente subito un altro consistente taglio. Ciò significa che lo sbarco del pescato negli stabilimenti Royal Greenland è diminuito del 15%. Tuttavia, grazie a una deliberata diversificazione delle attività in varie zone geografiche, Royal Greenland è risultata meno vulnerabile alla fluttuazione delle quote e i tagli in Canada sono stati parzialmente compensati dall'aumento delle quote in Groenlandia.

Per quanto riguarda la grancevola artica, la stagione 2015/16 a Terranova è stata eccezionalmente buona, con sbarchi di 5.900 tonnellate, il che ha in qualche modo compensato la minor fornitura di gamberi. I gamberi saranno distribuiti principalmente sui mercati americani e giapponesi. 

Acquisti esterni
Royal Greenland acquista sul mercato globale un po' meno di ¼ della materia prima che le occorre. La voce di spesa più consistente è rappresentata dal salmone che l'azienda acquista per la propria affumicatoria  in Danimarca, e dalle porzioni di salmone surgelato. Altre importanti specie destinate allo stabilimento Royal Greenland di Koszalin, Polonia, sono i pesci piatti, soprattutto la platessa e la passera. I pesci piatti vengono utilizzati per i prodotti impanati e ripieni destinati al mercato scandinavo, britannico e tedesco. La platessa viene acquistata alle aste in Danimarca e la passera proviene dal Mar Baltico, inclusa quella acquistata direttamente dai pescherecci da traino danesi.

Fonti:

*periodo di 15 mesi come conseguenza del cambiamento dell'anno finanziario durante il periodo

Notizie successive: La pesca dei gamberi nel Mar di Barents ha ottenuto la certificazone MSC
...