Il browser è datato

Si prega di aggiornare il browser

Aggiornare il browser
Ulteriori informazioni su Sostenibilità

Impronta ecologica responsabile

I nostri obiettivi e le nostre ambizioni per un'impronta ecologica sostenibile si basano sull'Obiettivo di Sviluppo Sostenibile dell'ONU n. 12

Il nostro obiettivo è quello di massimizzare il grado di utilizzo delle materie prime creando nuovi prodotti alimentari a partire dal pesce e dai molluschi che produciamo. Vogliamo inoltre ridurre al minimo la nostra impronta ambientale grazie a un consumo responsabile e a una gestione circolare delle risorse non rinnovabili.

All'interno della priorità Impronta Ecologica Sostenibile, ci concentriamo su 5 sottoaree:

 

1. Meno sprechi e più prodotti alimentari

Poiché i pesci negli oceani sono una risorsa limitata, una volta catturati dobbiamo sfruttarli al meglio. Ciò significa che dobbiamo valutare il potenziale delle nostre risorse residue e svilupparle e utilizzarle ancora di più.

WASEABI ottimizza l'utilizzo delle risorse marine

WASEABI ottimizza l'utilizzo delle risorse marine

Per un periodo di quattro anni, Royal Greenland farà parte di un team interdisciplinare con l'obiettivo comune di ottimizzare l'utilizzo dei flussi laterali nel settore dei prodotti del  mare, sviluppando nuovi metodi per la produzione di ingredienti nutrizionali.

Maggiori informazioni qui

Iniziative
Abbiamo dato il via a iniziative per un maggiore utilizzo dei gusci dei gamberi, per l'estrazione di proteine e olio dall'acqua di processo, per aumentare l'esportazione di carcasse di lombrichi e gusci di granchio, e per lo sviluppo di nuovi metodi per massimizzare l'utilizzo delle materie prime.

2. Consumo d'acqua

L'acqua dolce di buona qualità è una risorsa importante per tutte le nostre unità produttive. In alcune località geografiche della Groenlandia l'acqua è una risorsa scarsa, mentre altrove vi sono ampie scorte d'acqua. Concentreremo quindi i nostri sforzi sulle aree geografiche in cui è più importante risparmiare acqua e lavorare con risorse idriche alternative.

Iniziative
Produzione di acqua dolce approvata per la produzione alimentare in luoghi in cui l'acqua scarseggia Nel complesso, abbiamo avviato progetti per il follow-up di routine sul consumo di acqua e la riduzione del consumo complessivo.

3. Clima ed energia

Il consumo di energia e l'impronta climatica delle nostre fabbriche e della pesca sono dei fattori della massima importanza. Per questo, le nostre imbarcazioni utilizzano solo il gasolio marino (Marine Gas Oil (MGO)).

Questo programma prevede una riduzione delle emissioni di CO2 dei nostri pescherecci, poiché il consumo di combustibili fossili è causa della maggior parte delle emissioni di CO2 di Royal Greenland. Il nostro obiettivo è di ridurre del 5% il nostro consumo annuo di energia a livello di Gruppo entro il 2022.

Oggi, Royal Greenland utilizza il gasolio marino (MGO) su tutte le navi. Il vantaggio è che l'MGO ha un contenuto di zolfo molto basso (< 0,1%) e quindi inquina meno dell'olio combustibile pesante (HFO). MGO ha anche minori emissioni di particelle nere. Il tasso di emissione di CO2e è lo stesso per i due tipi di petrolio.

Iniziative
Abbiamo lanciato iniziative incentrate sulla riduzione dei consumi energetici, l'integrazione di ""big data"" per ridurre i consumi e l'integrazione di obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 nella prossima generazione di imbarcazioni.

4. Impronta di carbonio dei gruppi di prodotti

Vogliamo creare una base per lo sviluppo di prodotti con un'impronta climatica ridotta. A tal fine, svilupperemo un metodo per calcolare le emissioni di CO2 dei gruppi di prodotti.

L'impronta di carbonio di un gambero

L'impronta di carbonio di un gambero

Un precedente studio interno ha dimostrato che la catena del valore relativa a un gamberetto in salamoia, (stima basata sui gamberetti della Groenlandia a surgelazione singola) causa in totale 5,07 kg di emissioni di CO2 per tonnellata di prodotto finito. Di queste, la pesca rappresenta il 62% del totale. Per i prodotti a base di gamberi a doppia surgelazione, le emissioni sono più elevate, a causa del processo di surgelamento e scongelamento più lungo.

Iniziative
Le iniziative mirano a definire un metodo per il calcolo delle emissioni di CO2e per gruppi di prodotti, l'impegno in partnership per lo sviluppo di metodi di calcolo dell'impronta di carbonio e la valutazione dei requisiti dei clienti per l'etichettatura climatica.

5. Cartone, carta e plastica

I prodotti finiti devono essere imballati, per un trasporto igienico ed efficace e per garantirne la durata nel tempo. La scelta del materiale di imballaggio è importante.

Come azienda, ci impegniamo a utilizzare la plastica in modo responsabile, ma anche a sviluppare nuovi metodi per riciclare la plastica e gli imballaggi che utilizziamo, in modo da integrare i nostri processi in una futura economia circolare. Il ciclo di vita degli imballaggi può variare in termini di durata e complessità, e lo smaltimento finale e la gestione dei rifiuti, in particolare, variano ancora notevolmente da paese a paese.

Reduce – recycle – renew

A Royal Greenland, ci concentriamo principalmente sull'ottimizzazione della prima fase del ciclo di vita dell'imballaggio, ovvero la scelta della fibra e del metodo di produzione.

Iniziative
Nelle confezioni al dettaglio, i laminati saranno sostituiti con monomateriali e lo spessore del materiale verrà ridotto. Le vaschette di plastica a base di materiali multiplastici sono sostituite con vaschette in monomateriale. In Groenlandia abbiamo lanciato un'iniziativa mirata a istituire un piano dei risultati perseguiti.

Per la visione completa delle nostre attività relative all'Impronta Ecologica Responsabile, visitate il nostro sito web globale qui.

Vedi anche

Ulteriori informazioni su Una vita lavorativa sana
...