Il browser è datato

Si prega di aggiornare il browser

Aggiornare il browser
Mostra archivio notizie La sostenibilità nella nostra vita di tutti i giorni

Da dove proviene l'acqua in Groenlandia?

Royal Greenland è il più grande consumatore d'acqua della Groenlandia. La produzione e la qualità dell'acqua giocano quindi un ruolo fondamentale per la nostra azienda.

In Groenlandia, l'acqua di rubinetto è di solito prodotta dall'acqua di fusione che viene raccolta da laghi d'acqua dolce al di fuori delle città o direttamente dai fiumi.

Una piccola parte dell'acqua di rubinetto proviene dal cosiddetto "impianto ad osmosi inversa", dove l'acqua di mare viene microfiltrata con l'aiuto di membrane per dissalare l'acqua. Batteri, virus, ioni e altre sostanze indesiderate presenti nell'acqua di mare vengono filtrati dall'acqua. Poiché si tratta di un processo relativamente costoso e che richiede molto tempo tempo, viene utilizzato solo in misura limitata. Allo stesso modo, nella parte settentrionale della Groenlandia, una piccola parte dell'acqua di rubinetto è prodotta dallo scioglimento dei ghiacciai.

Poiché l'acqua dolce proviene principalmente dall'acqua di fusione, lo scioglimento annuale dei ghiacci e le precipitazioni nella singola città o nel singolo insediamento influiscono notevolmente sulla produzione d'acqua. Per mantenere una fornitura d'acqua costante, il flusso annuale verso i laghi d'acqua dolce deve essere almeno allo stesso livello del consumo. In alcune città e insediamenti, l'approvvigionamento può non essere sufficiente perché il consumo è uguale o superiore all'afflusso.  Durante l'inverno, garantire una fornitura d'acqua stabile può risultare difficile, dato che in molti luoghi fa molto freddo, e i laghi e i fiumi d'acqua dolce possono congelare completamente o in parte.

Per garantire che la qualità dell'acqua del rubinetto rimanga ad un livello sufficientemente alto, l'acqua viene trattata in diversi modi, ad esempio con luce UV e cloro. Inoltre, intorno ai laghi d'acqua dolce è stata posta una barriera. All'interno della barriera, tutte le attività che possono inquinare l'acqua del rubinetto sono vietate, ad esempio guidare una motoslitta, portare a spasso il cane, ecc. In caso di inquinamento o di improvvisa mancanza d'acqua non è possibile raccogliere l'acqua da nessuno dei laghi d'acqua dolce vicini se non è stata posta una barriera anche per questi. Tuttavia, in molti luoghi più laghi vengono collegati tra loro tramite tubi e pompe in modo da poter raccogliere acqua potabile supplementare.

In molte città e insediamenti, lo stabilimento Royal Greenland è il principale consumatore di acqua. Ci sono luoghi in cui il consumo dello stabilimento supera più volte quello degli altri consumatori. In qualità di produttore alimentare, Royal Greenland è molto interessato a una fornitura stabile di acqua pulita. La mancata fornitura di acqua abbondante può influire sulla produzione di fabbrica. L'acqua pulita è fondamentale per la pulizia dei pesci, la stagionatura, la bollitura e la glassatura dei gamberi, la bollitura dei granchi, ecc. Inoltre, durante la pulizia è importante disporre di acqua pulita per garantire l'igiene e la sicurezza alimentare.

Una delle maggiori preoccupazioni di Royal Greenland riguarda il consumo d'acqua, poiché anche un piccolo risparmio d'acqua nella fabbrica locale può avere un grande impatto sulla fornitura d'acqua al resto dei residenti e delle imprese nelle singole città e nei singoli insediamenti. Tuttavia, ci assicuriamo sempre che il risparmio d'acqua non influisca sulla qualità del prodotto.

In alcune località selezionate, Royal Greenland prevede di sostituire l'acqua di rubinetto con acqua di mare pulita e purificata per la produzione e la pulizia. In questo modo, si potrà risparmiare sul resto della fornitura di acqua potabile. L'uso di acqua di mare purificata richiede un'approvazione speciale, per questo Royal Greenland è in continuo dialogo con le autorità riguardo a questa iniziativa, anche per garantire che la qualità del prodotto rimanga allo stesso alto livello.

Vedi anche

Notizie successive: Sistema di gestione dei fornitori
...